In cammino lungo la Via Traiana

La Via Francigena, il cammino percorso dai pellegrini di tutta Europa nel corso del Medioevo per raggiungere i porti di imbarco per la Terra Santa, segue nel suo ultimo tratto, in Puglia, l’antica Via Traiana costruita tra il 108 e il 110 d.C. per raggiungere Brindisi con maggiore facilità.

Da Canosa di Puglia a Bari

Il percorso parte dalla Cattedrale di San Sabino inoltrandosi tra gli uliveti e vigneti dell’agro canosino per poi imboccare contrada Santa Brigida e arrivare alle porte di Andria. Si riparte dalla Cattedrale di Andria e si raggiunge in breve contrada Macchia di Rosa. Per l’intero tratto si cammina immersi in una campagna silenziosa dominata dagli ulivi, immensa ricchezza del territorio. In questa zona è diffusa una cultivar autoctona, l’oliva coratina, di particolare pregio. La tappa termina alla Chiesa Madre di Santa Maria Maggiore di Corato. Ci si rimette in cammino alla volta della splendida Cattedrale romanica di Ruvo, poi fino al centro storico di Bitonto quindi verso Bari, il suo lungomare, il Castello Normanno Svevo e l’imponente Basilica di San Nicola, meta del cammino:

Giorno 1 Canosa – Andria km 24,3 sterrato asfalto 6 ore;

Giorno 2 Andria – Corato km 14 sterrato asfalto 4 ore;

Giorno 3 Corato – Ruvo di P. km 21,7 sterrato asfalto 6 ore;

Giorno 4 Ruvo di P. – Bitonto km 18,4 sterrato asfalto 5 ore;

Giorno 5 Bitonto – Bari km 21,7 sterrato asfalto 6 ore.

Il Rosso Canosa DOC è il vino tipico delle zone di questo cammino, l’ideale per accompagnare piatti al ragù di carne e formaggi stagionati. Merita un assaggio la burrata di Andria, eccellenza dell’arte casearia pugliese,magari condita con un filo del più eccellente olio extravergine di oliva locale.

Da Polignano a Brindisi

Da Bari la Via Traiana inizia il suo percorso costiero lungo il quale il viandante potrà ammirare splendide calette rocciose tra le più apprezzate mete balneari. Vaste distese di ulivi secolari, spiagge e lidi conducono alla Riserva Naturale di Torre Guaceto, quindi a Brindisi dove le colonne romane segnano il punto di fine percorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *