Puglia: una terra, tanti turismi

“Il viaggio è un sentimento, non soltanto un fatto”Mario Soldati

Quando sopraggiunge la voglia di scoprire la Puglia, ci si trova di fronte a un'offerta ampia, diversificata ma sempre e comunque ricca di fascino.

Desiderate una Puglia fatta di mare? Bene, spiagge, porticcioli deliziosi e scogliere si rincorrono per centinaia di chilometri.

Oppure preferite una vacanza più agreste? Nessun problema, masserie sparse ovunque vi accoglieranno offrendovi il gusto di cibi semplici e genuini insieme al fascino di un'antica civiltà contadina; moltissime ormai le passeggiate, i trekking e i giri cicloturistici proposti.

C'è poi una Puglia Imperiale storica ed archeologica, adatta anche per gli appassionati di bellezze architettoniche, che potranno emozionarsi davanti a castelli, cattedrali e palazzotti nobiliari.

E c'è un turismo speciale, quello religioso, che accarezza l'anima e che è più vivo che mai: cosa sarebbe la Puglia senza i suoi santuari, le sue cattedrali, le cripte e le chiese rupestri?

Un cammino di fede si snoda dal Gargano a Leuca.

Da Monte Sant'Angelo nasce il culto micaelico che vede l'Arcangelo Michele a difesa delle popolazioni pugliesi, ma non si può non considerare San Giovanni Rotondo che ha ospitato Padre Pio da Pietralcina, il Santo con le stimmate. Passando dal Santuario dell'Incoronata di Foggia, gli itinerari ricalcano quelle che un tempo sono state le vie della transumanza e dei percorsi giubilari: la via Appia, la Appia-Traiana e la Francigena.

Proseguendo in un ideale viaggio nella fede, si passa da Trani con la sua splendida cattedrale romanica sul mare, dalla Grotta di S. Michele a Minervino Murge e non si può certo ignorare la Basilica di San Nicola a Bari, dove riposano le spoglie del Santo di Myra venerato due volte l'anno, l'8 maggio e il 6 dicembre, con una folta presenza di pellegrini cattolici e ortodossi.
Giunti in Salento, tra cielo e mare, la maestosa Cattedrale di Otranto con gli 800 martiri trucidati dai turchi anticipa lo stupore e l'incanto di Lecce e della Basilica di Santa Croce.
Notevole anche il fascino delle chiese rupestri della Murgia.

Un esempio di culto mariano in Puglia è rappresentato dalla Madonna Odigitria, con il Bambino in braccio, venerata ovunque, da Barletta a Bari, alla Valle d'Itria, con vari appellativi: di Costantinopoli, della Fonte, della Madia, dei Martiri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.